Programma

Ecco qui sotto riportato lo schema generale del programma. Maggiori dettagli verranno aggiunti in corso d’opera!

Puoi anche scaricare il file .ics (compatibile con Google calendar, Apple Calendar e MS Outlook) cliccando sull’icona sottostante. In questo modo sarai sicuro di non perderti nessun appuntamento! Ora puoi anche scaricare il file pdf del programma completo nei suoi dettagli!

Scarica il file .ics del CDCO Scarica il programma dettagliato

Da questo link invece ora puoi scaricare liberamente tutti gli Atti del CDCO in formato elettronico, comprensivi di tutti gli abstracts! Ti ricodiamo che, durante il convegno, nonostante il libro degli atti abbia un ISBN, NON ti verrà fornita la copia cartacea.

CDCO - Atti

Se vuoi semplicemente dare una rapida occhiata a come è strutturato il Convegno, puoi semplicemente prendere visione dell’immagine qui sotto

PROGRAMMA CDCO

Per le giornate trascorse presso l’Università degli Studi di Milano, (via Festa del Perdono, 7) le attività congressuali si terranno in Aula Magna (sessioni plenarie) o nelle aule 208 e 302 (sessioni parallele)
I lavori della mattinata di Lunedì 10 settembre si terranno presso l’auditorium di Assolombarda (Via Pantano, 9).
Per le giornate trascorse nella sede di Milano Bicocca (Piazza della Scienza) invece, le sessioni plenarie si terranno in aula Magna principale, mentre le sessioni parallele saranno nelle aule U4-08, U3-01, U3-02, U3-03, e U3-10. Tieni d’occhio la segnaletica che troverai all’interno dei due campus.

In aggiunta, ti ricordiamo che sono state realizzate delle apposite mappe per facilitare gli spostamenti. Le trovi QUI

CDCO a porte aperte!

La sessione plenaria del 13 settembre (dalle ore 11.00 alle 13.00) che si tiene presso l’aula Magna dell’Università degli Studi di Milano Bicocca (Edificio U6, Piazza dell’Ateneo Nuovo) vede la partecipazione di speaker di grande rilievo nazionale, come Alessandro Cecchi Paone e Beatrice Mautino!
La partecipazione a questa sessione, dato il suo carattere altamente divulgativo, è aperta a tutti gli interessati, in particolare A TUTTI GLI STUDENTI dei Corsi di Laurea in Chimica e dei Corsi di Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Chimiche nonchè a tutti gli studenti dei corsi di Dottorato di Ricerca ed è gratuita. Per questioni organizzative, è però necessario effettuare una registrazione, compilando il form dedicato poichè l’ammissione all’interno dell’edificio è solo su identificazione con documento d’identità o equivalente.

In particolare, Alessandro Cecchi Paone terrà un intervento dal titolo "L’equivoco del biologico" illustrando come come negli ultimi anni (dal logo di expo alle pubblicità ai contenuti dei talk show televisivi più seguiti) si è sempre più diffusa purtroppo con successo una mentalità popolare avversa a tutto ciò che è "sintetico" a favore di tutto ciò che è "naturale". Grazie alla grande esperienza del Prof. Cecchi Paone nell’utilizzo degli strumenti della scienza e della sociologia della comunicazione di massa, verranno delineati interessi sottesi, archetipi inconsci ed elementi di antropologia culturale che sorreggono tale dannosissima operazione, ma verranno segnalati anche punti di resistenza e di controffensiva utilizzabili dal mondo scientifico e dagli approcci più moderni e razionali per invertire la tendenza a vantaggio di un paese più avanzato.

Beatrice Mautino terrà un intervento dal titolo "È lo scientifichese, bellezza" relativo alla presenza della chimica nei cosmetici. La televisione ci bombarda di pubblicità, le riviste reclamizzano le ultime novità in fatto di mascara e di miracolosi shampoo riparatori e, in particolar modo su internet, ci imbattiamo di continuo in articoli che ci mettono in allarme su prodotti e ingredienti che ci possono causare disturbi e malattie. La chimica affascina e allo stesso tempo fa paura. Là dove ci aspettiamo che un cosmetico "faccia qualcosa", di scienza ne vogliamo tanta. Non la vogliamo altrove, dove invece preferiamo il naturale, il green, il "senza", come nei deodoranti o negli shampoo. Il marketing cosmetico accoglie e soddisfa questi bisogni apparentemente contrastanti e contribuisce a creare l’immaginario pubblico della chimica e, necessariamente, dei chimici.

Per saperne di più... ti aspettiamo al Convegno!

Registati alla sessione gratuita